Bad day: i disagi del pendolare fighetto

28 Nov

Sempre per la serie chi ben comincia, è mattina ed è lunedì!
Forse non sapete che io pendolo tutti i giorni, a lungo, da casa al posto di lavoro. Ma è quello che può essere considerato un pendolarismo fighetto. Infatti a differenza della maggior parte dei pendolari costretti a viaggiare ammassati su carri bestiame, ho la fortuna di utilizzare treni nuovissimi, dove fa caldo d’inverno e fresco d’estate (non il contrario!), che arrivano quasi sempre puntuali e dove tutti sono più felici.
Stamattina dopo aver percorso il primo tratto succede che il treni si ferma in una stazione intermedia, come da quotidiana routine. C’è peró che all’orario nn riparte! E allora aspetti un pó. E vedi la gente che comincia ad alzarsi. Chiedi info, perché nel frattempo non ti è passato neanche per l’anticamera del cervello di poterti togliere le cuffie ed ascoltare gli annunci, e scopri che il treno nn riparte, ma che sta partendo (ah eufemismo) un treno che ci mette solo mezz’ora un più (argh!) a farti arrivare dove devi andare. Ora, ok la mezz’ora in più, che poi è di più perché è pure in ritardo. Ma perché il riscaldamento non deve funzionare??? Che non mi si dica che banfo!

take a look:


Ah i sedili sono più piccoli, puzza da far schifo e nn ci sono i bagni. E se ci fossero sarebbero perfettamente adeguati a propagare il virus che ha sterminato la razza umana in walking dead. Ma a questo potrei anche passarci sopra. Ma che adesso devo decidere se estraniarmi dalla mia vita social virtuale e mettere dei guanti (dannati touch screen) oppure morire di freddo e no, eh?
Mi sento come
Il tutto potrebbe essere riportato sul binario della tolleranza solo se il mio iPod mi facesse per magia comparire nelle orecchie quella canzone che sto cercando da tre settimane di cui nn ricordo artista, titolo nè testo. Solo una melodia e che è donna che suona il piano..qualche illuminazione?
Per come vanno le cose oggi è già tanto se non si scarica ( e non vorrei parlare troppo presto!).
Buongiorno a me!

“It’s been a bad day. Please don’t take a picture. Its been a bad day”

Annunci

2 Risposte to “Bad day: i disagi del pendolare fighetto”

  1. Bert novembre 28, 2011 a 10:28 pm #

    Ma quello che racconti non è il minimo sindacale? No, sul serio, perché io pago un abbonamento per stare stretto come in un carro bestiame, al freddo e arrivare in ritardo; dovrebbero avere tutti la fortuna di ricevere il mio stesso trattamento, non voglio essere uno dei pochi (?) fortunati, proprio no.
    Se mi dici quale treno prendi mi incateno sui binari, almeno un po’ di ritardo te lo assicuri, e che cacchio, paghi anche tu, mica solo io!

    • andràtuttobene novembre 29, 2011 a 8:26 am #

      Caro bert, l’avevo detto io: “pendolare fighetta”! È che questo treno è sempre in perfetto orario, pulito e funzionanente (lo so sembra strano, ma esiste davvero in Italia!). Tranne ieri. E oggi. E se continua così l’abbonamento non lo faccio più, ecco. Riot!!
      Ah! Niente incatenamenti che rischi di farti male e non voglio averti sulla
      coscienza! Buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: